Finale: una giornata da ricordare

In

Successivo >
Letture: 993

Per gli studenti la terza prova è una delle giornate più impegnative degli esami di maturità, per me invece oggi sarà una giornata di trionfo: mi scoperò finalmente sia la Mimì Mazzetti che Sonia Beraldi. Con quest’ultima avevo perso le speranze, infatti nonostante i suoi voti in matematica non fossero un granché, non aveva mai ceduto alle mie proposte. Fino al messaggio di ieri sera.

«Professore mi scuso per contattarla a ora così tarda. Ho ripensato alla sua proposta e volevo sapere se fosse ancora disponibile ad aiutarmi con la terza prova di domani…»

Certo zoccolina! Eccoci qui appartati in un aula poco prima dell’esame. Dopo avermi detto più volte di essere un porco schifoso e minacciato di raccontare tutto al preside, eccola ritornare sui suoi passi. Quei due occhi neri carichi di risentimento, la bocca imbronciata come sempre. Eppure mi sta cavalcando, il tubino nero che le copre solo pancia mentre le sue tettine fanno su e giù. Decido da spingere da sotto, per vedere se a colpi di minchia magari cambia espressione. La tengo ferma per le spalle mentre mordicchio le sue puntine e inizio a trivellarla. Sento le cosce che tremano, io che mi scarico. È stato per poco ma l’ho vista quella espressione da troia sfondata. Gli occhi girati verso l’alto e il sorriso ebete, ma non vuole darmi questa soddisfazione. Neanche il tempo di godermi il momento che si stacca, sistema i vestiti e va verso l’uscita tutta stizzita.

«Meno male che prendo la pillola! Speriamo che tutto ciò sia servito, sennò vado dritta dal preside!»

«Non ti preoccupare, sei stata bravissima!»

E la congedo con una manata su quelle belle chiappette sode.

***

Durante l’esame mi sento stranamente osservato. Non dalla Mazzetti o la Beraldi, bisognose di aiuto, ma dalla mia collega d’italiano, la Smiroldi. Che io sappia è una zitella fatta e finita, che voglia pure lei una dose di dolce su e giù? Non che mi interessi al momento, tra poco godrò dei frutti del mio piano diabolico…

***

Eccola Mimì, finalmente tutta nuda che si mette a 90 sulla cattedra, credendo di condurre il gioco. Mi sa che non ha ancora capito quello che le aspetta. Assaggio ancora un po’ la sua dolce prugnetta, poi le stuzzico il buchino. Si stringe istintivamente, ma qualcosa mi dice che è già stato violato in precedenza. Se vuole fare la difficile, peggio per lei. La tengo ferma per i fianchi ed entro con decisione, come sospettavo la via era già stata battuta e posso darmi alla pazza gioia. Cerca di dimenarsi come una puledra imbizzarrita ma la tengo ferma per i codini. Quando si è abituata alla presenza del mio amichetto e la smette di agitare i fianchi, inizio a darci dentro. All’inizio sento dei singhiozzi ma è tutta scena, aumentando il ritmo riprende ad ansimare come una cagnetta in calore. Proprio una giornata da ricordare. Ormai sono fuori controllo: sto inculando Mimì, la studentessa che puntavo dal terzo anno, che mi ha fatto impazzire con i suoi giochetti. Ora è a 90 sulla mia cattedra che lo prende senza replicare. Da lolita a schiavetta. Un successo educativo direi. Poi un boato: la porta che si spalanca, la Smiroldi che corre in soccorso di Mimì , tutta la commissione che mi guarda e io che schizzo sul pavimento. Proprio una giornata da ricordare.

EPILOGO

Non ho mai capito se qualcuna delle mie studentesse abbia fatto la spia oppure semplicemente quella brutta zitella della Smiroldi mi abbia controllato tutto il tempo, fatto sta che per evitare conseguenze ho dovuto anticipare il mio pensionamento. Ora mi occupo di ripetizioni private. È incredibile quante ragazzine paghino per farsi ripassare da un vecchio porco come me.

FINE

Note finali:

Eccoci alla fine di questa collaborazione. Grazie a tutti quelli che ci hanno letto e soprattutto grazie a Se7en che con questa serie mi ha aiutato a migliorarmi con la scrittura. Ora tenetevi forte per il finale di "Un nuovo inizio" 🔥

Nella raccolta:

Una storia, due punti di vista. Tu da che parte stai?
Successivo >

Scritto da:

Scrivo le mie fantasie per sfogarmi ed eccitarvi 😈.

Commenta  

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *