Rimpianti

in

Categorie: Etero, Tradimento
Letture: 578

Marika tornò a casa e il marito le fece una sorta di interrogatorio su come avesse trascorso la giornata e lei se la cavò bene.

Si addormentò sul divano presto e durante la notte andò a letto. Quello che le faceva rabbia era che il marito non sentisse la sua mancanza nel letto.

La mattina dopo si alzò e andò a fare la passeggiata, durante la quale, al solito, pensò moltissimo fondendosi il cervello.

La cosa sicura era che a letto con Pietro provava molto piacere, ma non le piaceva essere trattata come una sottomessa.

Lei era combattuta tra piacere e ragione. Sapeva che alla fine, avrebbe prevalso il primo, visto che, in vita sua, ne aveva provato ben poco.

Se pensava, provava nostalgia di Daniele, che era stato il primo dopo anni ad aver risvegliato la sua femminilità, il suo essere donna.

Pietro non aveva per lei, lo stesso rispetto che aveva Daniele. Che doveva fare ritornare da Daniele?

Marika era molto confusa, non sapeva che fare e voleva vedere, come si sarebbe evoluta la situazione.

In poche parole, non avrebbe fatto nulla, se non obbedire a Pietro, anche se un po’ le scocciava.

Lui non si fece sentire per tutto il giorno e lei ci rimase male, anche se sapeva che non era un tipo romantico e gentile come Daniele.

La giornata trascorse nella più completa noia, arrivò l’ora di cena tornò Carlo che come sempre era più interessato alla tv che a lei.

Forse, era per quello che lei crollava dal sonno molto presto la sera e di conseguenza si svegliava presto al mattino.

La mattina seguente andò a fare la passeggiata ed ebbe una sorpresa ossia incrociò Daniele, che le voleva parlare.

Lui le disse che non era la prima volta che suo fratello gli rubava la donna. Era già successo altre due volte e in tutte e due le volte, le due donne si erano pentite di ciò che avevano fatto, perché Pietro le usava finché non si annoiava e passava a un’altra donna.

Marika gli rispose che rimpiangeva la sua gentilezza e il suo romanticismo e gli chiese, se l’avrebbe voluta ancora, se avesse lasciato Pietro.

Daniele rispose che non si fidava più di lei, ma che le aveva parlato per avvertirla che su Pietro non poteva fare affidamento per un eventuale futuro insieme.

Lei rispose che purtroppo lo sapeva.

Tornò a casa, dove ricevette un whatsapp di Pietro, che le disse che l’aveva vista con Daniele. Lei gli rispose che avevano solo parlato, ma lui non le credette.

Lui le mandò dei vocali, in cui era molto arrabbiato e lei ebbe paura e capì che non avrebbe mai dovuto andare a letto con un individuo del genere.

Lei non gli rispose, era abbattuta e pianse per parte della mattinata. Per fortuna, il marito quando venne per il pranzo non si accorse di nulla.

Il pomeriggio trascorse al solito con lei a leggere, a fare puzzle, ad ascoltare radio e a vedere fiction al pc.

La sera ci fu la cena noiosa col marito.

La mattina seguente, dopo la passeggiata ricevette un whatsapp di Pietro che la intimava ad andare all’hotel, in cui si erano già incontrati, sennò avrebbe mostrato al marito un video che aveva fatto di nascosto di loro due.

Marika ci andò con la morte nel cuore, pensando che era in balia di uno stronzo, con l’unica qualità di essere bravissimo a letto.

Lui non gli ordinò nulla, lei fece spontaneamente un pompino memorabile, testimoniato dalla mega sborrata di lui, che lei ricevette, in faccia, sul seno e sul resto del corpo.

Poi, la inculò e lei venne selvaggiamente, anche se contemporaneamente, le scendevano le lacrime sul viso, tanto lui non poteva vederla.

Poi, fecero altri giochini, anzi lui, le regalò dei sex toys, che provò subito come un mega dildo, con cui raggiunse molti orgasmi, mentre Pietro la guardavo compiaciuto mentre si accarezzava il cazzo.

Marika era sconvolta perché lo odiava, ma al tempo stesso, godeva come non mai.

Pietro gli disse che era una grande troia per come godeva, nonostante sapesse che lo odiava moltissimo.

Marika gli rispose che era vero, che evidentemente la sua carne era molto debole, ma gli disse anche che non sapeva, per quanto tempo lo avrebbe visto ancora.

Pietro le diede una risposta lapidaria ossia che lui si stufava presto delle sue donne e non sarebbe passato molto tempo che ne avrebbe trovata un’altra.

A Marika venne in mente Orsetta e gli chiese se volesse andare ancora a letto con lei e lui rispose che con lei era finita prima di iniziare, che era praticamente frigida e sapeva che più che un partner sessuale cercava un marito.

Marika si rese conto che per lui, era solo una puttana che lo soddisfaceva finché non ne avrebbe trovata un’altra di suo maggiore gradimento.

Marika voleva scappare, Pietro guardò l’orologio si rese conto che erano già le 19 e la lasciò andare senza dirle nulla.

Lei tornò a casa e si fece una lunga doccia e lì la trovò ancora il marito mezza piangente.

A lui disse che era stanca e che voleva andare a letto senza cena, tanto lui si sarebbe accontentato di quello che c’era in frigo.

Il marito rispose che andava bene, anzi le disse che così avrebbe potuto guardare alla tv quello che gli pareva in santa pace.

Lei non rispose nulla e se ne andò a letto.

Scritto da:

Commenta  

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *